Consigli per la cura dei capelli in estate
Consigli per la cura dei capelli in estate
News
da Hairdreams
Quali novitá
ci sono?
Qui riportiamo notizie sui nostri saloni partner, offerte speciali e clienti famosi Hairdreams
Alle Neuigkeiten über Haarverlängerungen und Haarverdichtungen von Hairdreams

Consigli per la cura dei capelli in estate 

La combinazione di sole, sale e cloro danneggia i capelli. Il sole e l´acqua salata disidratano i capelli e questi diventano fragili e secchi. Inoltre una prolungata esposizione al sole può portare ad una vera e propria “scottatura” dei capelli. Questo perchè i raggi UV possono danneggiare la cuticola protettiva della fibra capillare.

Risultato: capelli sfilacciati e stopposi, senza lucentezza. Consigliamo di utilizzare prodotti di cura delicati con protezione UV.

Dedicare particolare attenzione alla cura dei propri capelli in estate! Per superare l´estate nel modo migliore, ecco i consigli più importanti:

Utilizzare prodotti di cura con protezione UV.
Se possibile non esporre i capelli direttamente alle radiazioni UV. Il modo più semplice é proteggersi con un cappello alla moda o con un leggero foulard.  Soprattutto quando si hanno i capelli sottili é importante proteggere il cuoio capelluto in quanto la pelle in questa zona è molto delicata e si può bruciare facilmente. Utilizzare assolutamente prodotti con protezione UV (ad esempio la serie „Color Extend“ di Redken con speciale filtro UV).

Esistono spray con protezione solare consigliati per le lunghe esposizioni al sole che proteggono i capelli dalle radiazioni UV e ne mantengono l´elasticità (ad esempio  „Pillow Proof“, la protezione dal calore di Redken).

Evitare acqua salata e cloro dopo aver schiarito i capelli

Giallo + blu = verde – Attente, bionde: chi si è fatta schiarire i capelli appena prima di andare in vacanza dovrebbe astenersi da un entusiasmante tuffo in piscina. Nell´acqua con cloro possono trovarsi disciolti metalli come il rame e il magnesio che potrebbero colorare di verde i capelli biondi. In linea di massima: più i capelli sono chiari e porosi, più si otterrà una colorazione verdastra. Chi non può fare a meno di un tuffo in piscina dovrebbe raccogliere i capelli in alto o indossare la cuffia. Oppure bagna i capelli sotto la doccia prima di entrare nell´acqua del mare o della piscina: i capelli già bagnati assorbiranno meno cloro e ne risulteranno meno danneggiati.

Se dovesse capitare che i capelli abbiano assunto una tonalità verdastra, sciacquare bene i capelli dopo una nuotata con acqua in cui sia stata disciolta una compressa di aspirina.

Sciacquare subito l´acqua salata!

Poiché dopo un bagno in mare l´acqua evapora, il sale disciolto in essa rimane e si cristallizza sui capelli e sul cuoio capelluto. Inoltre questi cristalli di sale agiscono come lenti d´ingrandimento e possono aumentare l´effetto dei raggi UV.

QUINDI: doccia, doccia, doccia! Anche se è stato bello nuotare nell´acqua del mare o in una fresca piscina, bisogna assolutamente sciacquare via il cloro e l´acqua salata dalla pelle e dai capelli.

Se non si ha a disposizione una doccia è sufficiente riempire una bottiglia di plastica con acqua del rubinetto e usarla per sciacquarsi i capelli.

Alla sera, dopo la spiaggia o la piscina, bisogna assolutamente lavare e sciacquare accuratamente i capelli. A questo scopo meglio utilizzare uno shampoo che regoli l´idratazione. Un´ulteriore cura intensiva o un balsamo curano i capelli stressati e li rendono di nuovo lucidi (ad esempio la serie „Diamond Oil“ di Redken).

Per proteggere i capelli usare il balsamo già al mattino e sciacquarlo alla sera.

I prodotti di cura come il balsamo o le creme donano ai capelli danneggiati ulteriore nutrimento e lucentezza. Le punte dei capelli hanno bisogno di maggior cura rispetto alle radici. Distribuire quindi i prodotti di cura leggermente alle radici e più generosamente sulle punte (ad esempio il „Regeneration Care“ di Hairdreams).

Chi utilizza già quotidianamente il balsamo protegge i capelli da eventuali grovigli e nodi e fornisce inoltre sostanze di cura e protezione.

Legare i capelli lunghi in morbide trecce. Il vento e l´acqua possono causare grovigli.

Cosa fare con i capelli lunghi quando fa così caldo? Raccogliere i capelli morbidamente in trecce o code.  È sempre bello da vedere e si adatta perfettamente ad un bel look estivo con un leggero prendisole! Consiglio: prima di raccogliere i capelli massaggiare qualche goccia di olio per capelli sulle lunghezze e sulle punte (ad esempio „All Soft Argan-6 Oil“ o „Frizz Dismiss Oil Serum“ di Redken)

Dopo le vacanze : dal parrucchiere!

Tagliare le punte danneggiate, rinfrescare il colore sbiadito e fare una cura intensiva ai capelli. Trattamenti speciali e cure possono “rigenerare” nuovamente i capelli danneggiati. Per trovare i saloni partner Hairdreams: Salonfinder!

Capelli e vento

Una brezza leggera rende spesso il caldo più sopportabile. Tuttavia il vento ha sui nostri capelli un effetto simile a quello di un asciugacapelli. Il vento inaridisce i capelli, questi diventano fragili e opachi, inoltre li irruvidisce e li rende difficili da pettinare. Il vento è particolarmente dannoso quando i capelli sono già indeboliti da permanente, colore o altri trattamenti. La nostra soluzione è semplice: intrecciarli! Così le raffiche avranno meno „superificie di attacco“ sui capelli e non potranno spettinarli così facilmente.

Se i capelli si sono comunque arruffati, la sera, meglio prima della doccia, procedere a districarli delicatamente con una spazzola morbida (ad esempio la spazzola Hairdreams / speciale per capelli lunghi). Non tirare! Poi fare ai capelli una cura ristrutturante per levigare la struttura ruvida del capello.

In estate asciugare i capelli con l´asciugacapelli meno frequentemente rispetto al solito perché questo li danneggia ulteriormente. Quando si asciugano i capelli, proteggerli con prodotti di qualità che proteggano dal calore (ad esempio „Fabricate“ spray protettivo contro il calore di Redken).

Close
richiesta di password
Qual’é la somma di 4 e 4?